sputnik

PRESENTAZIONE

La parabola dello Sputnik

con Guido Davico Bonino, Paolo Di Stefano, Michele Ciliberto

La storia dell’editoria è una chiave straordinaria per comprendere le vicende culturali e politiche di un paese, specie quando si può contare sulla disponibilità degli archivi delle case editrici, come è accaduto nel caso dei lavori pubblicati negli ultimi anni sull’Einaudi o sulla Laterza. Si entra – ed è una esperienza affascinante – in una sorta di ‘retrobottega’, assistendo alla nascita, a volte difficile e tormentosa, di libri che oggi ci appaiono con l’aura di classici indiscutibili, fuori dal tempo. A questi materiali si aggiunge ora un documento non comune: il Diario di Daniele Ponchiroli, normalista, uno degli architravi dell’Einaudi negli anni Cinquanta e Sessanta con Calvino, Bollati, Molina, Cerati… Racconto memorabile, si snoda attraverso flash che, come sequenze cinematografiche, ci mostrano in presa diretta Einaudi e i suoi principali collaboratori, còlti in un momento drammatico della storia europea: la rivoluzione ungherese del ’56. Una vicenda tragica resa in modo limpido da una scrittura che sa congiungere passione, disincanto, ironia, mettendo a fuoco i travagli di un ‘piccolo mondo’ incrinato, talvolta travolto, dai duri colpi della storia. Un documento unico, una esperienza non dimenticabile di vita e di conoscenza.

Presentazione de La parabola dello Sputnik. Diario 1956-1958 (Edizioni della Normale), a cura di Tommaso Munari, con Guido Davico Bonino, Paolo Di Stefano (Corriere della sera) e Michele Ciliberto (SNS).

19 settembre 2017 — ore 19
#Edizioni della Normale #Presentazioni

appuntamenti